Bologna 2

Le nuove povertà e la solitudine degli anziani

Il tema della residenza per l’anziano, il lavoro come benedizione e dono d’amore, un amore capace di prossimità, un amore accogliente e aperto secondo uno stile di condivisione fraterna. Sono queste le parole che hanno guidato la riflessione di don Giovanni Nicolini, assistente spirituale delle Acli nazionali e meglio conosciuto come “il prete dei poveri”, presso il Centro San Domenico di Bologna, in un convegno a tema “Le nuove povertà e la solitudine degli anziani”, organizzato dalla Federazione Anziani e Pensionati dell’Emilia Romagna.

Il convegno presentato da Walter Raspa, Segretario regionale dell’Emilia Romagna e introdotto da una riflessione sulla condizione degli anziani di Francesco Roncone e Vittorio Villa, ha visto un importante intervento della professoressa Flavia Franzoni Prodi. “L’invecchiamento della popolazione urbana richiederebbe un cambio radicale di mentalità da parte di politici ed amministratori – ha detto la Franzoni -. Il problema residenziale e della dominanza della non autosufficienza, la solitudine e la povertà, vanno combattute attraverso una comunità competente. Non è più possibile rispondere solo con soluzioni parziali o settoriali – continua la professoressa – Una comunità, una città, deve sapersi organizzare per superare la solitudine. La forma della città è la prima condizione per una sana convivenza e fiducia, reciprocità e identità – conclude – stanno alla base di una città a misura dell’anziano”.

Walter Raspa, ha portato i saluti del Presidente Regionale Acli Luca Conti, del Segretario Nazionale Sviluppo Associativo ACLI Marco Galdiolo, Giambattista Armelloni Segr.Regionale FAP Lombardia, Franco Bernardi della FAP Treviso.

Al ricco dibattito moderato da Giorgio Tonelli giornalista Rai TG3 ,  hanno portato il loro contributo con i loro interventi:

Fra’ Giovanni Bertuzzi (Direttore  del Centro S. Domenico), Giuseppe Platino della FAP Verona, Vittorio Villa della FAP Lombardia, Anna  Baroncelli  e Salsi Paolo della Fap Bologna e il giovane psicologo delle Acli Bologna Bottecchia Filippo

Franco Bernardi, già membro della segreteria nazionale Fap,  ha sottolineato i valori di solidarietà e di sensibilità che sono la parte vera, viva, propositiva delle Acli, con le quali si rappresentano la comunità degli anziani.

Le riflessioni si sono concluse con un intervento a tutto tondo del Segretario nazionale della FAP Acli Serafino Zilio, spaziando dalla difesa collettiva del reddito e dei diritti di cittadinanza a quelli del welfare sociale;  infine ha ricordato il non facile impegno come associazione di anziani e pensionati di sostenere la popolazione anziana promuovendo l’invecchiamento attivo attraverso compiti di tutela e rappresentanza, direzione politica e organizzativa.

Bologna